FANDOM


Devo dire che lavorare insieme ad altri autori, in una serie tutta da creare, è davvero una bella esperienza. Pensare che dal tuo lavoro dipendono quelli altrui e viceversa è sia una grande responsabilità che uno stimolo per dare il meglio; e quando si scrive va sempre dato il meglio.

I personaggi che sto creando sono dei Sith in piena regola: tenebrosi, furiosi, pronti ad uccidere il primo che fiata. Non sono il mio tipo di protagonista preferito, ma poter far uso di personalità così fuori controllo permette anche di animare i romanzi e renderli pieni di colpi di scena. In particolare, devo dire che Lord Verenge (il cui nome, per chi non se ne fosse accorto, è l'anagramma di revenge, vendetta) mi sta piacendo molto: e anche se per ora non se ne parla, presto metterà in atto la sua vendetta. Thormen invece è un Sith più tradizionale, amante della malvagità e che si diverte a torturare... be', chiunque. E per finire c'è Hurlia, un agente imperiale (ispirato alla classe di SW: TOR dell'Operative) molto abile e con un talento spiccato per il comando. Purtroppo non ho potuto far uso di un cacciatore di taglie, ma nel corso dell'Arco I ne vedremo molti, e spero anche io di crearne uno.

Non vedo l'ora di vedere il lavoro degli altri, e spero che presto riuscirò a guadagnare un po' di tempo in più da dedicare alla scrittura, in modo da entrare subito nel vivo della narrazione.

Nuruodo, passo e chiudo.